Sicurezza sul lavoro in Azienda

Aggiornamento: 13 gen


Scopri le 10 cose che il datore di lavoro deve conoscere ! Un vademecum per l’imprenditore …


1 - Cosa è la sicurezza sul lavoro?

La sicurezza e la salute sui luoghi lavoro è l’insieme delle azioni interne ed esterne all’azienda, mirate a garantire l’incolumità ( in materia di salute e sicurezza, ) dei lavoratori dipendenti dell’Azienda.

L’azione più importante e fondamentali è la prevenzione, colonna portante della sicurezza sul lavoro che ha per obiettivo diminuire drasticamente il rischio di malattia professionale negli ambienti di lavoro e l’insorgere di incidenti e di infortuni.


prenota una consulenza con line con 626 School

2 – Ecco perchè è importante per la Tua Impresa

La sicurezza e la salute nella Tua azienda è importante innanzi tutto per quanto riguarda la salute dei dipendenti. Il datore di lavoro per la tutela del proprio business deve evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a rischi legati all’attività lavorativa per evitare infortuni o incidenti o, peggio, contrarre malattie professionali.

Una corretta politica aziendale orientata alla salute dei lavoratori, determina un sicuro ritorno positivo in azienda innanzi tutto in termini di redditività, e anche sui decisivi i rapporti umani che incidono fortemente sull’andamento di una qualsiasi attività.

Sicurezza e salute sul posto di lavoro determinano benessere psico-fisico, tranquillità ambientale, positività diffusa e produttività aumentata sono i benefici che possono si sviluppano in seguito ad un mirato investimento su prevenzione nei luoghi di lavoro.


3 – Il Decreto Legislativo 81/08

Nel nostro ordinamento è il Decreto Legislativo 81/08 o Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro e s.m.i. la normativa che regolamenta la Sicurezza sul lavoro

Nell’Aprile del 2008, questo decreto legislativo ha sostituito e migliorato le precedenti norme in materia di salute e della sicurezza sul lavoro: la famosa legge 626/94 dalla quale la nostra società deriva il nome 626School srl .

Il Testo Unico, decreto legislativo 81/2008, introduce una perfezionata razionalizzazione degli adempimenti e sistematizzazione delle relative sanzioni.

Il decreto legislativo 81/08 ha introdotto per rendere sicure le attività sul luogo di lavoro:

  • Regole inequivocabili

  • Procedure efficaci

  • Misure preventive e di sicurezza certe

Queste le principali innovazioni nel Testo Unico:

  • l’obbligo della individuazione di tutti i fattori e delle sorgenti di rischio

  • la logica della continua riduzione del rischio nei luoghi di lavoro

  • il monitoraggio e l’aggiornamento permanente delle misure preventive

  • la necessità dell’adozione di una strategia aziendale accettata e condivisa da tutti gli attori della sicurezza .

4 – E’ obbligatoria la sicurezza sul lavoro in azienda?

In tutte le aziende che abbiano almeno un dipendente/collaboratore in organico deve obbligatoriamente prevedere una politica di informazione , formazione e addestramento di tutto il personale e provvedere alla sua corretta ed efficace realizzazione , il numero dei dipendenti non può essere motivo di discriminazione normativa.


Il Codice Ateco che caratterizza ogni attività , stabilisce l’indice di rischio legato alla tipologia di azienda, nonché la specificità della mansione lavorativa , questi i fattori che determinano il percorso da scegliere e le relative misure preventive di protezione individuali e collettive.


5 - La prima cosa che il Datore di lavoro per regolarizzare la propria azienda.

La prima e fondamentale azione prevista dalle normative vigenti per la sicurezza nei luoghi di lavoro è la stesura del Documento di Valutazione dei Rischi (il DVR ), cioè un documento scritto ( l’autocertificazione è stata esclusa definitivamente ) che evidenzi tutti i possibili rischi , nessuno escluso , lavorativi presenti in azienda.

Il DVR deve contenere tutte le procedure necessarie per attuare soddisfacenti misure di prevenzione dei rischi derivanti da agenti fisici, agenti chimici, Biologici ( Covid19 ) etc. ma anche la precisa indicazione dei ruoli , dei compiti e responsabilità di chi deve realizzare, monitorare e mantenere tali misure di protezione dai rischi.

Dal DVR diventano :

  • la nomina del Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (R S P P)

  • la nomina del Rappresentante dei Lavoratori (RLS)

  • la nomina del Medico Competente

  • la programmazione della Sorveglianza Sanitaria

  • l’informazione e la formazione dei lavoratori, dei dirigenti e del datore di lavoro attraverso gli appositi corsi in materia ed i loro eventuali aggiornamenti

  • piano di emergenza e sicurezza aziendale

  • la scelta dei dispositivi di protezione individuale



6 – il Datore di Lavoro deve garantire la sicurezza sul lavoro in azienda

Il datore di lavoro è la figura giuridica garante e responsabile nella propria azienda.

I subordinati , dipendenti o collaboratori , devono rispettare ed adottare le misure di sicurezza decise dal Datore di Lavoro e adottare un comportamento consono alla struttura in cui si trovano o alla mansione loro affidata.

L’azienda è una comunità di soggetti tutelati ma anche attori attivi: tutte le figure aziendali devono quindi essere consapevoli delle condizioni del proprio ambiente lavorativo, dell'utilizzo delle attrezzature, dell'utilizzo dei DPI e devono partecipare alla valutazione dei rischi attraverso il loro rappresentante dei lavoratori RLS.

7 - le figure indispensabili della sicurezza aziendale

Il responsabile della sicurezza dei lavoratori è il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) , in alcuni casi questa delicata e decisiva funzione può essere svolta direttamente dal Datore di Lavoro ovviamente nelle micro imprese , previa acquisizione del titolo di RSPP attraverso specifici corsi di formazione stabiliti per legge in relazione al livello di rischio dell’azienda.

Le grandi Imprese normalmente costituiscono il Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale con risorse interne attraverso specialisti e tecnici in organico e avvalendosi in più di consulenti esterni ..

Per quanto attiene le Piccole Medie Imprese che non possiedono tecnici specialisti in organico tale delicata funzione viene affidata dal titolare ad uno o più consulenti esterni (RSPP e ASPP esterno) che possa sgravarlo da una certa mole di adempimenti e da una grossa dose di responsabilità: la soluzione che noi suggeriamo è di affidare ad un solo interlocutore esterno l’insieme dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale

L’RSPP deve espletare i seguenti compiti:

  • effettuare il sopralluogo degli ambienti lavorativi unitamente al Medico competente per verificare le condizioni di rischi per la salute dei lavoratori

  • coadiuvare il Datore di Lavoro nella redazione del DVR per la corretta valutazione dei rischi aziendali

  • predisporre i piani formativi ed informativi per il personale in materia di prevenzione

  • monitorare lo status aziendale e programmare interventi di mantenimento e miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori

  • monitorare il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e delle attrezzature di lavoro

8 - Nominare il Medico Competente per la necessaria Sorveglianza Sanitaria

Il Medico Competente è la figura professionale che si occupa della Sorveglianza Sanitaria dei lavoratori attraverso un Protocollo Sanitario pensato ad hoc in funzione dei rischi e delle mansioni valutati nel DVR.



Utilizzando appropriate visite periodiche necessarie, stabilisce lo stato di salute del lavoratori relativamente alle rispettive mansioni e ne decide e certifica l’idoneità o meno alle mansioni assegnate.

Questa figura è molto importante in quanto con l’attuale fase di pandemia da rischio biologico correlato al Covid 19 richiede particolari misure sanitarie che si aggiungono a quelli derivanti dal rischio stress lavoro correlato e le altre tipologie di rischio chr possono compromettere il benessere psico-fisico del lavoratore.


9 - Rispettare l’obbligo della consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Tra gli attori coinvolti nel servizio di prevenzione spicca il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) .

L'RLS è il lavoratore (anche più di uno a seconda del numero totale di lavoratori) appositamente formato ed eletto dai colleghi in qualità di loro rappresentante per quanto concerne il rispetto delle normative di legge in materia di salute e sicurezza.

Il Rappresentante dei lavoratori gode di un potere di consultazione preventiva in ordine alla valutazione dei rischi, sulla scelta dei lavoratori per la sicurezza sul lavoro (addetti alla prevenzione), ha accesso ai documenti aziendali relativi alle misure generali di tutela dai rischi, suggerisce misure di prevenzione da infortuni sul lavoro e può far ricorso alle autorità competenti nel caso in cui non vengano rispettati i criteri stabiliti in materia di sicurezza sul lavoro: ne deriva che il rapporto con una figura così delicata è un compito che solo un esperto RSPP può affrontare con la sufficiente tranquillità.


10 – Evitare il “ Fai da Te “

I delicati aspetti della normativa e le ampie casistiche dei rischi legati alle attrezzature di lavoro, agli ambienti lavorativi , alla corretta e regolare formazione del personale, alla scelta dei Dispositivi di Protezione individuali e Collettivi , la corretta applicazione dei Protocolli Sanitari , espongono le aziende a troppi rischi ed a sicure sanzioni.

La cosa più saggia da fare è quella di evitare il “fai da te”.

Se non si è titolari di una micro impresa o di una grande impresa , con i rispettivi problemi che comportano , se si è invece Amministratori di Piccole e Medie Imprese strutturate la cosa più corretta per una gestione efficace, economica e sicura delle sicurezza aziendale , è di affidarsi a consulenti che abbiano maturato la giusta esperienza da responsabili del servizio salute e sicurezza sul luogo di lavoro che possano aiutare il l'imprenditore e assistere le figure interne preposte a garantire prevenzione da rischi ed infortuni sul posto di lavoro.

Meglio se un interlocutore Unico , certificato ISO , che possa garantire una intera squadra di consulenti : RSPP , ASPP, Medico Competente , Formatori Qualificati, Esperti HACCP se azienda Food.


Una intera Squadra di Professionisti al servizio della Tua azienda che “assista con consiglio” fornendo ai datori di lavoro tutti gli strumenti e le risorse per mettersi in regola con l’aspetto obbligatorio della tutela psico-fisica dei lavoratori.

Una Squadra di Professionisti esperti che guidino l’azienda ad un approccio “sicuro” evitando, così, problemi per i dipendenti o guai di natura legale per il titolare che , nel contempo , permetta all'imprenditore di sgravarsi da questo impegno e concentrarsi unicamente alle più redditizie attività del proprio business.


VUOI APPROFONDIRE LA CONOSCENZA

DEI SERVIZI DI 626 SCHOOL?

prenota subito un incontro o una conference call








11 visualizzazioni0 commenti